SELINUNTE

print this page

Città di origine greca, fondata nella seconda metà del VII sec. a.C., la sua storia si intreccia a doppio filo con quella di Segesta, un'altra grande città del passato e sua acerrima rivale. Oggi il panorama si compone di colonne e rovine di colossali templi greci, che si susseguono nella verde campagna; sullo sfondo, il Mar Mediterraneo. Il "Parco Archeologico di Selinunte e Cave di Cusa" è il parco più vasto d'Europa e tra i più importanti del Mediterraneo con la più straordinaria raccolta di rovine, l'espressione più completa della civiltà siceliota dei secoli V e IV a.C. Il Tempio C è uno dei più antichi esempi di architettura templare dorica esistente, risalente alla prima metà del VI sec. a.C. Il Tempio E è invece il più suggestivo, data la sua quasi totale ricostruzione.

Le sculture trovate negli scavi di Selinunte si trovano soprattutto nel Museo Archeologico Regionale "A. Salinas" di Palermo. Fa eccezione l'opera più famosa, l'Efebo di Selinunte, che oggi è esposto al Museo Comunale di Castelvetrano.

Comments

Chuck

Haha. I woke up down today. You've cheeerd me up!